Approvata in Senato una nuova legge sul mercato dei libri in Italia. Lo scopo della legge è “diffondere l’abitudine alla lettura, come strumento per la crescita individuale e per lo sviluppo civile, sociale ed economico della Nazione, e favorire l’aumento del numero dei lettori, valorizzando l’immagine sociale del libro e della lettura nel quadro delle pratiche di consumo culturale, anche attraverso attività programmate di lettura comune.

Una nuova legge

1400104822-libri

La legge intende anche “promuovere la frequentazione delle biblioteche e delle librerie“, in un paese come il nostro dove, stando agli ultimi dati Istat, dove meno della metà della popolazione ha letto almeno un libro nell’ultimo anno. Nonostante le iniziative fatte in passato (anche nel passato remoto, come il programma Uomini e Libri condotto da Luigi Silori), c’è ancora molto da fare per rendere l’Italia un paese di lettori. Vediamo i punti principali di questa nuova legge (qui il testo integrale).

Innanzitutto verranno stanziati dei fondi (che andranno tagliati dal bonus cultura per i 18enni). Si favorisce la creazione di Patti Locali per la Lettura, miranti a coinvolgere biblioteche e scuole, ma anche enti locali, per promuovere la lettura. Una Capitale del Libro sarà nominata ogni anno. Un’altra novità è la Carta della Cultura, un progetto in cui lo Stato contribuirà all’acquisto di libri, prodotti e servizi culturali per i cittadini economicamente svantaggiati.

Fino ad oggi la Legge Levi prevedeva uno sconto del 5% sulla vendita dei libri, il 15% per i testi scolastici. Ora per un solo mese all’anno, escluso dicembre, le case editrici potranno offrire uno sconto massimo del 20%. L’ultima parte della legge riguarda le librerie: saranno incrementate le possibilità di acquisto con incentivi fiscali. Inoltre sarà istituito un Albo delle librerie di qualità, dove saranno inserite le librerie che offrono più varietà, innovazione e migliori promozioni culturali.

Cosa ne pensate di questa legge, che già sta facendo discutere gli addetti del settore?


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
1
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Francesco Briola

author-publish-post-icon
Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.