fbpx
Intrattenimento

Venezia 75: i 10+1 film che attendiamo di più

Fra un mese esatto inizierà la 75° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, uno degli eventi più attesi dell'anno per il mondo del cinema e per gli appassionati che si affolleranno sul Lido. Il programma completo è stato pubblicato qualche giorno fa e noi non abbiamo perso tempo, analizzandolo in lungo e in largo per scoprire quali film saranno presentati durante la manifestazione e iniziare a ipotizzare a quali proiezioni non dovremo assolutamente mancare nella nostra visita.

Le ultime edizioni hanno visto il debutto di alcuni dei principali protagonisti della stagione successiva, come La La Land di Damien Chazelle e La forma dell'acqua di Guillermo Del Toro che, peraltro, quest'anno tornerà sul Lido in veste di Presidente della Giuria. L'attesa quindi è davvero alta e il programma è pieno di titoli che sulla carta potrebbero regalare grandi emozioni al pubblico che parteciperà. Abbiamo voluto selezionare 10 tra le più interessanti, spaziando tra le varie sezioni della Mostra: quelle che più ci interessano, quelle da cui ci aspettiamo grandi cose e quelle che vi consigliamo di non perdere assolutamente se sarete sul Lido nei giorni della manifestazione.
Vi ricordiamo che anche quest'anno seguiremo la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica direttamente da Venezia, raccontandovi l'evento,  assistendo alle tantissime proiezioni e riportandovi il nostro parere sui film che vedremo. Continuate a seguirci quindi, sia qui che sui nostri canali social, per scoprire tutto su questa 75° edizione!
{First Man, di Damien Chazelle – Venezia 75 Concorso}
Partiamo con ordine, con il film di apertura. Dopo il grandissimo successo del sopracitato La La Land, Damien Chazelle torna alla Mostra con un nuovo progetto, che darà ancora una volta il via all'evento. Se tutto ciò non fosse già sufficiente a cogliere il nostro interesse, First Man racconterà la storia della missione Apollo 11, che portò per la prima volta l'uomo sulla Luna, concentrandosi sulla vita di Neil Armstrong, interpretato da Ryan Gosling. 
{Il ragazzo più felice del mondo, di Gipi – Sconfini}
Nella sua carriera da regista, parallela (ma non troppo) a quella di autore di fumetti, Gipi ha già incrociato la strada della Mostra del Cinema, dove ha presentato la sua opera prima L'ultimo terrestre. Quest'anno torna sul Lido e, da amanti del suo lavoro su carta, siamo curiosi di vedere cosa ci aspetta con questo film, proiettato nella sezione Sconfini, quella più libera da vincoli di durata o destinazione dell'intera manifestazione.
{Suspiria, di Luca Guadagnino - Venezia 75 Concorso}
Attesissimo remake di uno dei film più famosi di Dario Argento, Suspiria sta facendo parlare di sé già moltissimo. Stando a quanto dichiarato durante la conferenza stampa, non sarà un semplice rifacimento, ma sarà a tutti gli effetti un film di Luca Guadagnino. Considerato che l'ultimo titolo nel curriculum del regista siciliano è il plurinominato agli Oscar Chiamami col tuo nome, l'interesse per quest'opera non può che salire.
{American Dharma, di Errol Morris - Fuori Concorso}
Tra i tanti film presenti nella selezione, ampio spazio è sempre lasciato ai documentari, come il memorabile Jim & Andy dello scorso anno. In questo caso non si parla però di cinema, ma di una lunga chiacchierata con Steve Bannon, coordinatore della campagna elettorale ed ex-capo stratega di Donald Trump. Uno sguardo quindi alla situazione politica mondiale, attraverso un uomo che ha dimostrato di saperla sfruttare per i propri scopi.
{Roma, di Alfonso Cuarón - Venezia 75 Concorso}
Torniamo ai film della sezione principale con una delle opere più interessanti legate a Netflix. Il nuovo lavoro di Alfonso Cuarón sembra ben lontano nello stile dal premiatissimo Gravity del 2013, con una produzione apparentemente meno ambiziosa, ma non per questo va sottovalutato. Sta già facendo parlare molto di sé e si propsetta come uno dei protagonisti della prossima stagione cinematografica.
{A Star is Born, di Bradley Cooper - Fuori Concorso}
Fuori concorso, ma chiacchieratissimo da tempo e già molto vicino alla candidatura a diversi premi nei prossimi mesi, il debutto alla regia di Bradley Cooper è uno dei film più attesi nell'ambiente. Grande curiosità anche per la presenza di Lady Gaga, alla sua prima esperienza in un ruolo importante: come se la sarà cavata? Sarà capace di stupire tutti e ritagliarsi un posto anche nella settima arte?
{The Ballad of Buster Scruggs, di Joel ed Ethan Coen - Venezia 75 Concorso}
Quando raggiungi un certo livello, basta semplicemente il tuo nome per attirare l'interesse. È questo ovviamente il caso di Joel ed Ethan Coen, fratelli registi e sceneggiatori, autori di pilastri del cinema come Il grande Lebowski, Fratello, dove sei? e Fargo, che porteranno a Venezia il loro ultimo film. Qualcosa non ci convince a pieno sul progetto, ma il curriculum è tale da meritarsi assoluta fiducia.
{The Other Side of the Wind, di Orson Welles - Fuori Concorso}
La riscoperta di un'opera di un grande artista è sempre un piacere, se quell'artista poi è uno dei registi più amati della storia del cinema, non può che attirare tutti i riflettori. The Other Side of the Wind è infatti l'ultima opera di Orson Welles, rimasta incompiuta fino a questo momento, e ora completata. Sarà assolutamente eccezionale poter provare l'emozione di una premiére di un film del grande cineasta.
{They Live (Essi Vivono), di John Carpenter - Venezia Classici}
Tra le varie sezioni del Festival, ce n'è una interamente dedicata ai grandi classici della storia del cinema, restaurati per l'occasione. I titoli che cercheremo di seguire qui sono diversi, ma quello che abbiamo simbolicamente scelto per rappresentarli tutti è Essi Vivono di John Carpenter. È una possibilità unica di (ri)vedere facilmente opere indimenticabili su un grande schermo.
{La Profezia dell'Armadillo, di Emanuele Scaringi – Orizzonti}
Abbiamo parlato poco più sopra del nuovo film di Gipi e arriviamo ora a uno dei film più importanti per quanto riguarda il fumetto italiano nel suo complesso. L'arrivo al cinema dell'opera ispirata al primo romanzo grafico realizzato da Zerocalcare, è un segnale fondamentale e speriamo con tutto il cuore che il risultato possa essere all'altezza. Scopriremo molto presto come è andata.
{Venice Virtual Reality}
Posizione +1 non a un singolo lavoro, ma a un'intera sezione della Mostra, ovvero quella incentrata sulle opere in Realtà Virtuale. Separata geograficamente dall'area principale dell'evento, non siamo riusciti in passato a trovare uno spazio nella pienissima agenda di eventi sul Lido, ma quest'anno cercheremo di dare la giusta attenzione a uno dei lati più sperimentali del Festival, che potrebbe darci un'anticipazione di cosa ci aspetta nei prossimi anni nel mondo del cinema.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker