Marc Foster e la produzione di World War Z, la Paramount e la Skydance, hanno deciso di mettere alla prova il loro nuovo film presentandone in anteprima 50 minuti di footage alla stampa. Ovviamente, noi di Orgoglio Nerd non potevamo mancare all'appello. Allacciatevi le cinture e preparatevi: zombies così non li avete mai visti!
…anche perché, volendo essere onesti, non si tratta di zombies. Quanto piuttosto di esseri umani contagiati da un virus (come in Io sono Leggenda, è vero) che li rende incredibilmente aggressivi. Un po' come la rabbia dei cani, ma senza la storia della bava e con un corpo super resistente (agli urti, alle botte, ai proiettili, eccetera). L'unica cosa che può ucciderli è il fuoco. La decapitazione in questo caso non vale – Brad Pitt ad un certo punto usa un borsone per difendersi, ma non conta; Brad è Brad. Il Tom Cruise biondo dei bellocci di Hollywood.
Ma andiamo con ordine. E seguiamo passo passo il footage – non l'aveste capito, da questo momento cominciano gli spoiler!

Scena numero 1. Brad Pitt, alias Gerry Lane, è disteso su un lettino. È legato e sta riprendendo lentamente conoscenza. La prima cosa che vede è un'ombra; la seconda una brutta faccia, e la terza – udite udite – Pierfrancesco Favino che lo fissa e che aspetta che risponda alle domande che il suo braccio destro – lo si capisce subito – gli rivolge. Cosa ci fa lì? Chi è? Perché non è morto nell'esplosione dell'aereo? Se vi state chiedendo di quale aereo stiamo parlando, un po' di pazienza: ci arriviamo subito… O quasi.

Scena numero 2. Vi ricordate il trailer? Brad Pitt con tutta la famiglia che gioca ad "indovina chi" mentre sono bloccati nel traffico? Bene. Perché è di questo che si tratta, più o meno. Arriviamo al punto in cui il poliziotto in motocicletta viene investito, ed andiamo anche oltre: è il primo approccio che abbiamo con gli zombies. Che no, non fanno paura – non quanta ne dovrebbero fare, almeno. Sono uguali a noi. Con giusto qualche venature fuori posto, le braccia disarticolate ed una forza mostruosa, incredibile: prendono a craniate i cruscotti delle auto per assaltare le loro vittime e non si fermano davanti a niente, nemmeno ai proiettili.

Scena numero 3. Brad e famiglia scappano; si confondono con la folla, in qualche modo si mettono in contatto con l'esercito delle Nazioni Unite e chiedono aiuto. Per andare via di lì, devono però prendere un elicottero. E dove, se non in cima ad un palazzo? E allora via con le scale, via col fuggi-fuggi, e via anche con la baionetta fai-da-te che Brad usa per farsi largo (e per respingere) gli zombies. Visto che non puoi ucciderli con niente, puoi solo rallentarli.

Scena numero 4. Arriva l'elicottero, la nostra allegra famiglia viene tratta in salvo e dalla città (Philadelphia) invasa dagli zombies ci spostiamo alle portaerei in alto mare, dove i sopravvissuti (il presidente è morto, il vice presidente è scomparso, mezzo Stato Maggiore è stato ridotto in brandelli) provano a riorganizzarsi. Quello che si sa, fino a questo momento, è che l'epidemia è partita da Taiwan, che i soggetti colpiti non si arrestano davanti a niente e che forse i coreani sanno qualcosa di più degli altri. Ma chi parte in missione? Ovviamente Brad Pitt/Gerry Lane! Che non lo fa solo per spirito di solidarietà o di appartenenza – alle Nazioni Unite non ci lavora più da tanto. Ma perché, altrimenti, lui e la sua famiglia verrebbero abbandonati in mare.

Scena numero 5. Atterrato in Corea, Brad/Gerry scopre il corpo del primo infettato. Non si sa chi o cosa l'abbia morso. Si sa solo che per metterlo definitivamente KO è stato dato alle fiamme. E infatti tutto quello che rimane di lui sono ceneri, ceneri e – indovinate! – ancora ceneri. Un agente CIA (David Morse), passato al nemico e quindi tenuto sotto chiave alla base coreana, sospetta però che con l'epidemia c'entrino gli israeliani. "Guarda un po'", dice "hanno finito di costruire i loro muri giusto poco prima che scoppiasse l'emergenza".

Scena numero 6. Arriviamo così a Gerusalemme, dove mura gigantesche, altissime, tengono al riparo la popolazione – uno degli ingressi, evocativamente, è ribattezzato "Porte della Salvezza". Israeliani e palestinesi collaborano e tutti, in questa oasi, sono i benvenuti. Brad/Gerry cerca informazioni, ma non pare che ci sia niente da sapere, se non che agli pseudo-zombies piace (o non piace? Questo non s'è capito) il rumore: appena sentono la gente cantare, scalano le mura e passano dall'altra parte, sgominando anche l'ultima colonia free zombie dell'umanità. A Brad/Gerry non resta che scappare, e nella fuga fa un'interessante scoperta: un ragazzino, magro e coi capelli rasati, viene risparmiato dalla marea di zombie senza un apparente motivo. Forse, e quest'è un'ipotesi nostra, solo perché non ha reagito ed è rimasto calmo – non in preda alla paura. Ma tornando a Brad: il suo aereo militare l'abbandona, e quindi è costretto a prenderne uno civile. Lo stesso, guarda caso, che farà saltare in aria e di cui sarà l'unico sopravvissuto.

Il film, tutto sommato, promette bene. Alcune cose sono state studiate con molta – ma molta – attenzione, e si vede. Brad Pitt, che è anche produttore, è perfettamente calato nel suo ruolo; dà la giusta – e necessaria – umanità al suo personaggio così da contrapporlo ai cattivi, agli zombies. Purtroppo, questo footage era ancora in fase di post-produzione, quindi è arrivato giusto al montaggio prima di essere mostrato in anteprima alla stampa. Gli effetti speciali mancavano – non tutti, ma quasi. Eppure le musiche, le intepretazioni, la carica ansiolitica che Foster e Pitt riescono a dare a World War Z è palpabile. Presente. Quasi, e non è un azzardo, costante. Per saperne di più, non c'è che da aspettare il 27 Giugno, data in cui, in contemporanea con gli Stati Uniti, il film sbarcherà nelle nostre sale.

Testi di Gianmaria Tammaro

Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

redazioneon

author-publish-post-icon
La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!