Scienza e Tecnologia

Di nuovo in orbita verso l’ISS: primo lancio di una navicella Soyuz dopo l’atterraggio di emergenza in Kazakistan

Il 3 Dicembre alle 6:51 ET viene lanciata una Soyuz con a bordo Anne McClain della NASA, David Saint-Jacques della Canadian Space Agency e Oleg Kononenko di Roscosmos

Ricordate l’incidente dell’11 Ottobre di quest’anno? La Soyuz con a bordo il russo Aleksei Ovchinin e lo statunitense Nick Hague rilevò un problema ai propulsori e fu costretta ad un atterraggio d’emergenza in Kazakistan.

La navicella Soyuz sul sito di lancio, il 2 Dicembre. Credit: NASA

Nonostante si vociferasse di annullare i voli spaziali con equipaggio finché non fossero stati pronti i nuovi veicoli spaziali di Boeing e SpaceX, il 3 Dicembre alle 6:51 ET, 12:51 italiane, a bordo di una Soyuz è partita per la International Space Station l’Expedition 58, composta da Anne McClain della NASA, David Saint-Jacques della Canadian Space Agency e Oleg Kononenko di Roscosmos, l’agenzia spaziale russa (potete seguirli su Twitter con l’hashtag #Exp58).

I tre astronauti sono arrivati in orbita sani e salvi, li aspetta ora un viaggio di sei ore prima di attraccare sulla ISS dove li aspettano Serena Auñón-ChancellorAlexander Gerst e Sergey Prokopyev. Tra pochi giorni l’equipaggio al completo riceverà una navicella Dragon di SpaceX con 2500 chilogrammi di beni di prima necessità, cibo e strumenti di ricerca.

Avremo quindi sei astronauti a portare avanti le centinaia di esperimenti sulla stazione spaziale fino al 20 Dicembre di quest’anno, data per la quale è previsto il rientro della spedizione 57, capitanata da Alexander Gerst.

Fonte
NASA
Tags

Matteo Magherini

Matteo Magherini, noto ad alcuni come Asciugamano, è un gatto professionista. Una volta completato l’obiettivo « laurea triennale in fisica » ha deciso di scegliere la classe « fisico delle particelle » e si aggira tra un esame e l’altro intento a livellare. Appassionato di fantascienza, arrampicata e chitarre è campione nazionale di freddure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker