fbpx
Intrattenimento

L’attacco dei Giganti

Come sarebbe la vostra vita se tutto, in qualsiasi momento, potesse essere spazzato via da una potenza notevolmente superiore a quella umana? Come sarebbe vivere in una grande città circondata da mura per il semplice motivo che il mondo esterno è troppo pericoloso? Queste sono solo alcune domande che potranno trovare la giusta risposta leggendo L'attacco dei giganti, nuova serie targata Planet Manga scritta da Hajime Isayama, opera tuttora in corso di pubblicazione in Giappone dove a breve uscirà il settimo volume, corredato da un portachiavi gommoso a forma di Gigante.
Nel mondo de L'attacco dei giganti l'umanità ha rischiato l'estinzione a causa dell'improvvisa comparsa di queste creature: nessuno sa da dove provengano, ma soprattutto perché diano la caccia al genere umano. I Giganti si nutrono esclusivamente di uomini, trascurando qualsiasi altra forma di vita nelle vicinanze e, per sfuggire a tale minaccia, la razza umana ha costruito delle enormi mura, alte 50 metri, con lo scopo di proteggersi da queste feroci creature la cui altezza può variare tra i 5 e i 15 metri. La sicurezza generata da un lungo periodo di pace e dall'assenza di attacchi da parte dei Giganti viene spazzata via non appena compare un enorme titano, ben più alto delle mura esterne della città. Da questo momento faremo la conoscenza di Eren, un giovane impavido e incuriosito dal mondo esterno nel quale è però impossibile andare e della sorella Mikasa, introversa ma sempre pronta a proteggere il fratello. I due, dopo essere scampati all'attacco, si rifugiano all'interno di una nuova cerchia di mura (l'insediamento umano è strutturato in forma circolare, difeso da tre distinte cinte murarie a protezione del castello reale posizionato al centro della città) consci del fatto che l'uomo non sarà mai al sicuro dalla minaccia dei Giganti. Spinti dall'odio verso queste creature e consapevoli del pericolo che essi rappresentano decideranno di entrare a far parte dell'esercito con la ferma volontà di combattere e difendere i sopravvissuti. Ritroveremo la coppia di fratelli a cinque anni di distanza dal primo attacco divenuti finalmente membri dell'esercito. Il duro addestramento verrà subito messo alla prova dal momento che il gigantesco titano che aveva già attaccato l'umanità é nuovamente tornato per minacciare la pace creata in questi ultimi anni.
Il manga utilizza spesso il flashback dandoci la possibilità di apprendere maggiori dettagli sulle vicende che hanno contraddistinto la formazione militare dei diversi personaggi, permettendoci di capire quali sono state le difficoltà che i nostri hanno affrontato prima di poter entrare effettivamente nelle forze di difesa. L'uomo, fisicamente surclassato dai Giganti, potrà tentare di sopravvivere alla loro minaccia solo grazie all'uso dell'ingegno. Viene infatti progettato il Movimento Tridimensionale, un complesso congegno che grazie a funi e rampini permette ai soldati di muoversi in completa libertà sospesi a mezzaria. Grazie ad esso si potrà attaccare l'unico punto debole dei titani, la parte posteriore del collo: tagliando in quel punto si potranno sconfiggere, ma l'impresa è tutto fuorché semplice. 
Caratteristica principale della storia è il senso di oppressione che si prova una volta trovatisi faccia a faccia coi titani: essi infatti sono rappresentati in maniera deforme, con fasce muscolari ben esposte ed espressioni facciali raccapriccianti. I personaggi, seppur mossi da forti ideali, comprenderanno la loro impotenza solo sul campo di battaglia e sarà questa una caratteristica che farà da filo conduttore per tutta la storia: non importa quanto forti ci si possa sentire tra gli uomini, non importa che strategie si siano studiate per affrontare la minaccia, i Giganti rimangono notevolmente superiori alla forza umana. 
L'inquietante atmosfera è ben supportata dal tratto di Isayama, ancora grezzo, che rappresenta al meglio le figure dei titani. Qualche critica può essere mossa nei confronti della realizzazione dei protagonisti ma non ci sentiamo di minare la stabilità dell'opera per questo motivo, sostenendo invece questo giovane autore e il suo modo insolito di rappresentare le figure umane.
Ci troviamo di fronte ad un'opera che saprà stupirvi portandovi in un mondo di inquietudine, dove il nemico è sempre pronto a fare la sua mossa. Una storia mai scontata dove i colpi di scena si susseguiranno volume dopo volume invogliandovi alla lettura… qualcuno ha parlato della conclusione del primo numero?

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker