Cosa ci ha spinti a fare questa indispensabile Top? Mero esercizio di stile. Un bieco pretesto per spronarvi ad accettare la sfida e fare di meglio. Tutto parte da un gioco che facciamo spesso in redazione, ce l’ha insegnato un vecchio amico (forse avete sentito parlare di lui, fa il divulgatore scientifico). Come funziona il gioco? Si sceglie un tema e a turno ognuno deve rispondere con un titolo o un personaggio di film che corrisponda al tema dato. Facciamo un rapido esempio. Pronti? Tema: Cattivi coi Baffi! Ok… ok, lo so… Dick Dastradly. Bravo! Tocca a te! …Bill the Butcher da Gangs of New York! Grande, bravo! E così via e così via. Chi non riesce a rispondere in una manciata di secondi viene impietosamente eliminato. IMPIETOSAMENTE. Mano a mano che il gioco va avanti le amicizie si fanno via via meno limpide, gli sguardi si incupiscono e le fronti si imperlano di sudore. Il gioco può andare avanti per ore, addirittura giorni e alla fine diventerà un match a due dove si potrà soltanto concedere il duello. In pochi fortunati casi si finisce con una stretta di mano. In tutti gli altri si va per avvocati. Ma torniamo a noi. Mettiamo un po’ di pepe al gioco e coinvolgiamo anche voi, cosa ne dite? Tema: sorsi d’acqua cinematografici. Il primo analcolico giro (da 10+1) lo offriamo noi! Poi starà a voi commentare qui sotto…

{Waterworld} E’ come il fischio di inizio di una partita di basket. La palla è contesa e la vince solo chi riesce a saltare più alto. Quindi ecco la nostra mossa Waterworld! Boom! Ricordate? Nella scena d’apertura il protagonista Kevin Costner è impegnato a purificare molto ingegnosamente la propria urina per trasformarla in un vitale quanto gustoso bicchiere d’acqua.

{

Il secondo tragico Fantozzi

Uno dei trucchi in questo gioco è tagliare i fondamentali agli altri concorrenti, così facciamo noi, citando subito Il secondo tragico Fantozzi e la sua “Terribile acqua Bertier, la più gasata del mondo”. Beva! Beva! Beva! Un grande classico.

{

Indiana Jones and the Last Crusade

Punti facili, ma come detto, i fondamentali vanno eliminati subito. Così “Se il vero Graal ti donerà la vita, il falso Graal te la strapperà via”. Come dite? Non siete degli storici… allora siamo spiacenti, evidentemente questo gioco non fa per voi.

{

Jurassic Park

Troppo facile fino ad ora e noi ci stiamo solamente scaldando. Tum! …Tum! …Tum! Lo sentite anche voi? Potete vederne le increspature nel vostro bicchier d’acqua, è la nostra vittoria che si avvicina a passi di T-Rex!


 

{Space Jam} Michael Jordan’s Secret Stuff. Ma certo, è il caro vecchio Bugs Bunny a risolvere la situazione. Una bella borraccia, un’etichetta azzeccata ed ecco che ti tira fuori il sorso d’acqua più energetico che si sia mai visto. Roba che ci scappa anche l’occhiolino da parte di Lola Bunny.

{Men In Black} Quante volte avete visto questo film? E non ci avevate ancora pensato?! Acqua! Con Zucchero! E’ un Edgar-abito che ve lo dice! Una delle più strabilianti e camaleontiche interpretazioni di Vincent D’Onofrio, impossibile da dimenticare.

{

The World’s End

Già stanchi? Noi continuiamo. Mentre tutti gli altri bevono una birra dopo l’altra Andy Knightley (Nick Frost) si concede solo delle pinte d’acqua fresca e, lo ricordiamo, non c’è niente di cui vergognarsi. Provate voi a entrare in un Pub pieno di rugbisti e ordinare un bicchiere d’acqua. Solo un vero duro può riuscirci.

{

Three Amigos

La stiamo facendo troppo facile, è ora di accelerare il gioco. Cosa ne dite de I tre Amigos? Film di John Landis del 1986, con gli stellari Steve Martin, Martin Short e Chevy Chase. Non si può dimenticare la famosa scena delle borracce nel bel mezzo del deserto. Non una parola, tutta esilarante, assetatissima, talentuosa mimica.

{

The Golden Child

Curiosamente anche questo è un film del 1986 la cui produzione doveva essere affidata a John Carpenter alla guida di Mel Gibson. Ma le vie dello star system sono infinite e la pellicola venne affidata a Eddy Murphy e trasformata in commedia, comunque… se è il pugnale di Agianti che volete procurarvi il solo moto per ottenerlo è non versare neanche un goccia del prezioso bicchiere d’acqua. E un consiglio, restate sul pavimento!

{Airplane!

In Italia il film uscì con il titolo L’Aereo più pazzo del mondo e una delle gag più famose di questo classico degli anni ’80 era l’incapacità del protagonista, l’ex pilota militare Ted Striker, di centrarsi la bocca quando beveva. Così ogni sorso d’acqua gli si rovescia rovinosamente sulla fronte. Un altro bicchiere aggiunto alla nostra lista.


{Un povero riccoNoi siamo arrivati in fondo e non siamo neanche sudati. Nemmeno abbiamo sete. Al contrario del grande Renato Pozzetto, qui costretto a entrare in un bar, ordinare un bicchier d’acqua liscio e “macchiarselo” con abbondanti dosi di latte (per mandar via quel saporaccio di cloro) e poi zucchero, per mandar via il sapore di latte. Dunque eccovi serviti. 10+1 sorsi d’acqua. Tocca a voi ora, nessuno dice “la fontana da cui beve Groot”? Dai, potete fare di meglio!



Like it? Share with your friends!

What's Your Reaction?

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

31 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. La borraccia di Sam spremuta da Frodo assetatissimo nei pressi del Monte Fato ha ancora qualche goccia d’acqua. Non ne rimane molta per il viaggio di ritorno. Per non parlare dell’acqua dell’Entalluvio in una delle scene tagliate de Le due torri.

  2. Stiamo facendo qualcosa di mai tentato prima! Io proporrei di andare in ordine. Chi salta, passa o concede è fuori. Diamo ancora 12 ore ad Alessandro?

  3. Ok, mi gioco subito la perla: Occhio alla Penna, la scena nel vagone ristorante dove Doc (Bud Spencer) beve la ciotola con acqua e limone per lavarsi le mani. :3
    Iaddu tocca a te, non mi mollare pure tu eh! 😉

  4. Bella giocata, rispondo con Shutter Island, il bicchiere che “scompare” mentre la paziente interrogata lo beve. :3

  5. A te i capolavori a me i block-busters: se la accetti, la scena de Il Principe Mezzosangue nella caverna dove Silente chiede disperato dell’acqua. Tecnicamente non la beve mai, e ciò che beve prima è una pozione, ma il senso di sete d’acqua che mette quella scena è forte. Altrimenti cambio 🙂

  6. Se vuoi i capolavori eccoti accontentato: Balle Spaziali, la scena in cui i servitori di Yogurt salvano Stella Solitaria e gli altri nel deserto, risvegliandoli con dell’acqua. :3

  7. ben detto io sorseggio sempre qualcosa quando guardo il radar. Allora Gobbo di Notre Dame disneyano, Quasimodo ha appena salvato Esmeralda dalle fiamme e le ha dato asilo a Notre Dame: qui la reidrata con un preziosissimo sorso d’acqua dato da un cucchiaio. 

  8. Al buon Quasimodo non avevo pensato, ed è pure il mio film Disney preferito! Disonore su di me e sulla mia mucca! -.-‘
    A questo punto mi gioco un blockbuster anch’io: Matrix, Il bicchiere con cui Neo manda giù la pillola rossa. :3

  9. Per non parlare della pillola presa da Maccio Capatonda in Italiano Medio… però mi gioco Le Crociate – Kingdom of Heaven: in questo film tutti bevono l’acqua un po’ ovunque, mi piace la scena in cui Baliano disseta Sybilla (Eva Green) con un mestolo. 

  10. Azzardo un cinecomics: Ghost Rider, gli svariati bicchieri d’acqua che Johnny Blaze si beve al risveglio dopo la prima trasformazione in Ghost Rider.

  11. azzardo una scemenza di qualche anno fa: Svalvolati on the road. I protagonisti arrivano assetatissimi nella cittadina di Madrid, nel desertico New Mexico, e assaltano una tavola calda bevendo direttamente dallo spruzzatore per lavare i piatti. 

  12. Stanne cominciando a raschiare il fondo 🙂
    Ma comunque i miei complimenti per la tenacia.
    Se sarete alla Sagra dei Fumetti sarà un piacere offrirvi
    …due bei picchieri d’acqua. Ve li siete meritati.

  13. Se la sete si fa sentire mi gioco i più assetati di tutti: Mad Max, Fury Road e la popolazione tenuta in scacco da Immortan Joe, i quali aspettano trepidanti che il loro leader azioni le cascate di acqua-cola per dissetarsi. :3

  14. Se mi chiudi la porta allora io rientro dalla finestra. Del quarto piano. Con la mia Nimbus 2001:
    Harry Potter e la pietra filosofale, la coppa d’acqua che Seamus Finnigan cerca di trasformare in Whisky (o Rum nella versione originale inglese) :3

Jacopo Peretti Cucchi

author-publish-post-icon
Il suo compito è occuparsi di tutti i “progetti speciali”, meglio ancora se sono segreti. Amante della buona cucina e grande appassionato di rugby e motori.