Emmanuel Guibert, Chris Ware e Catherine Meurisse sono i tre candidati al prestigioso Grand Prix di Angoulême 2020Conosciamoli insieme:

Emmanuel Guibert

Grand-Prix-Angoulême-2020-GuibertEmmanuel Guibert, nato a Parigi nel 1964, ha debuttato nel mondo dei fumetti con Brune, un’opera che narra l’ascesa del nazismo nella Germana degli anni trenta. Sulla scia del successo ha poi pubblicato La Guerre d’Alan, un memoir a fumetti dell’esperienze vissute durante il secondo conflitto mondiale dal soldato americano Alan Ingram Cope. Per alcune delle sue storie ha collaborato con il disegnatore Joann Sfar, vincitore del Grand Prix di Angoulême nel 2004.

Tra le opere più famose di Guibert, oltre a quelle sopracitate, troviamo Sardines From Space, Black Olives e The Professor’s Daughter. Nel 2018 ha vinto il Premio Gran Guinigi come Miglior Autore Unico.

Chris Ware

Chris-Ware-Grand Prix Angoulême 2020ìChris Ware è un fumettista nato negli Stati Uniti nel 1967. Da giovane ha collaborato con Raw, la rivista di fumetti fondata dall’autore di Maus Art Spiegelman. È conosciuto per la serie a fumetti intitolata Acme Novelty Library, il cui primo numero ha debuttato nel 1993. In Italia, i suoi due graphic novel Chris Ware: Il palazzo della memoria e Jimmy Corrigan, il ragazzo più in gamba sulla terra sono pubblicati da Coconino Press.

Catherine Meurisse

Catherine Meurisse chez elle à Paris le 11 novembre 2019Catherine Meurisse è una nota fumettista francese nata nel 1980. Dopo la laurea alla National School of Decorative Arts, Meurisse è entrata a fare parte del team del magazine satirico Charlie Hebdo. È tra i sopravvissuti all’attentato del 7 gennaio 2015.

In Italia sono state pubblicate soltanto due delle sue opere: Una moderna Olympia e La leggerezza, rispettivamente edite da Coconino Press e Edizioni Clichy.

Pochi giorni fa, è stata eletta alla cattedra dell’Académie des Beaux-Arts Française consacrandosi così la prima fumettista a ricevere tale ruolo.

Grand Prix di Angoulême: dagli anni settanta al 2020

Assegnato per la prima volta durante l’edizione del Festival di Angoulême del 1974, il Grand Prix è considerato uno dei premi internazionali di maggiore prestigio del settore fumettistico. Tra i vincitori delle edizioni del passato troviamo fumettisti del calibro di André Franquin, Will Eisner, l’italiano Hugo Pratt e Art Spiegelman. A vincere l’edizione del 2019 è stata Rumiko Takahashi.

Per scoprire chi si aggiudicherà il premio quest’anno, bisognerà attendere mercoledì 29 gennaio 2020.


Like it? Share with your friends!

Condividi la tua reazione

Amore Amore
0
Amore
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Paura Paura
0
Paura
Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nicolò Monti

author-publish-post-icon
Lettore e gran bevitore di caffè, rigorosamente non zuccherato. Appassionato di storie ambientate in Scandinavia e in Islanda. Divoratore di musica nel tempo libero.