fbpx
Intrattenimento

Rilakkuma e Kaoru: nuova clip

Un mini trailer stuzzica la curiosità su questa nuova serie Netflix

È uscita su Netflix la nuova serie Rilakkuma e Kaoru. Una stagione di 13 episodi brevi (durano meno di un quarto d’ora l’uno) ispirata ai personaggi creati dalla compagnia giapponese San-x: un grande orso di pezza vive in compagnia di Kaoru, un’impiegata giapponese dalla vita solitaria. Insieme a loro ci sono Korilakkuma, un orsetto bianco e più piccolo, e Kiiroitori, un pulcino con l’hobby della pulizia.

La clip mostra la zip e il costume rimovibile di Rilakkuma

Come si vede già dalla preview ci sono una serie di costumi da orso appesi ad asciugare. Korilakkuma e Kiiroitori non hanno quella zip sulla schiena; che siano veri animali domestici? Per sciogliere questo dubbio dovremo finire di guardare la serie (ci manca ancora qualche episodio), ammesso che il mistero venga rivelato. Qual’è la natura di questi animali così kawaii? Abbiamo visto Aggretsuko e ci è bastata la prima puntata per contestualizzare il mondo in cui si muovono i personaggi. Per Rilakkuma e Kaoru la questione è meno definita.

Anzitutto questa serie ha una caratteristica tecnica che la fa spiccare su tutte le altre: Rilakkuma e Kaoru è in stop-motion. La tecnica che ci ha regalato capolavori del calibro di Nightmare before Christmas, Coraline e Wallace e Gromit dona sempre un tocco di eleganza e delicatezza, ammettiamolo. Aggiungeteci una colonna sonora morbida, lunghe pause fra un dialogo e l’altro (ma sarebbe meglio dire monologo, dato che gli animali protagonisti si esprimono con teneri versi) studiate ad arte per far assaporare le sensazioni in una maniera tutta giapponese, modellini perfettamente illuminati come in un film di Wes Anderson ed avrete un’idea di cosa può darvi questa serie.

Non aspettatevi colpi di scena o forti emozioni: Rilakkuma e Kaoru è come una tazza di tè in un giorno di pioggia: confortante e piacevole da assaporare, uno spettacolo pastello che delizia i sensi.

Tags

Francesco Briola

Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker