fbpx
Intrattenimento

Bohemian Rhapsody: i Queen pensano a un sequel secondo Rudi Dolezal

Rudi Dolezal dichiara che la band inglese starebbe pensando a un possibile sequel del biopic del 2018.

Bohemian Rhapsody è stato senza dubbio uno dei principali successi del 2018. Il film sulla vita di Freddie Mercury e sulla carriera dei Queen ha raccolto più di 800 milioni di dollari in tutto il mondo, ottenendo anche diversi riconoscimenti di peso, a partire dall’Oscar per il Miglior Attore Protagonista a Rami Malek. Sembra che tutto questo abbia portato a discussioni riguardanti un sequel di Bohemian Rhapsody, nella speranza di ripeterne l’incredibile successo.

Voci di sequel per Bohemian Rhapsody?

A diffondere la voce nelle ultime ore è stato Rudi Dolezal, regista di tanti diversi videoclip della band. L’autore ha dichiarato infatti a Page Six di essere sicuro che il manager dei Queen Jim Beach stia già “progettando un sequel che prende il via con il Live Aid”. Stando a Dolezal, questa pellicola sarebbe attualmente uno dei temi principali di discussione all’interno della famiglia dei Queen.

Senza dubbio sarebbe un’idea strana, ma non completamente inaspettata. Già in passato infatti c’erano stati commenti riguardanti la possibilità di un Bohemian Rhapsody II da parte addirittura di Brian May. Il leggendario chitarrista dei Queen lo scorso dicembre ha infatti dichiarato: “Credo che il Live Aid sia un ottimo punto per chiudere il film. Chissà potrebbe esserci un sequel in futuro”.

Il progetto potrebbe riprendere le vicende dal concerto di Wembley per seguire gli ultimi anni di vita del cantante dei Queen, magari chiudendosi con il leggendario Freddie Mercury Tribute Concert. In ogni caso, per il momento non ci sono conferme che il sequel di Bohemian Rhapsody sia in discussione. Un portavoce di Universal Music Group, etichetta della band inglese, ha dichiarato che l’azienda non sa nulla di simili voci.

Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere un sequel di Bohemian Rhapsody approdare nelle sale? Oppure ritenete che la storia di questo film sia da concludere qui?

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker