IntrattenimentoLifestyle

eMooks: una tavola rotonda per il rapporto tra fumetto e tecnologia

Nella sede della compagnia si sono incontrati fumettisti, influencer e giornalisti per discutere il futuro digitale del medium.

Vi abbiamo già parlato di eMooks, nuovo servizio per la lettura di fumetti in digitali, in occasione della presentazione che si è tenuta allo scorso Lucca Comics & Games. Pochi giorni fa questa compagnia ha aperto le porte della propria sede, per celebrare il proprio approdo negli store digitali. L’obiettivo di questa iniziativa era tracciare un’immagine del futuro del fumetto e dei racconti per l’infanzia, con l’aiuto di influencer e fumettisti.

Sempre più digitali ma senza perdere il cartaceo

emooks fumetto digitale fabio celoni

Il risultato finale della tavola rotonda che ha visto la partecipazione di diverse generazioni di artisti, prevede una vittoria del digitale, ma non totale. La strada che si immagina è quella di una riduzione della diffusione del fumetto cartaceo, che però non scomparirà. L’ipotesi è che diventi un prodotto con una propria nicchia, più elitario forse, ma sempre apprezzato.

Questo processo potrà sicuramente essere aiutato da servizi come eMooks, che creano un nuovo modo per fruire di questo medium. Tutto in maniera originale e comoda per il lettore, permettendo un contenimento dei prezzi di acquisto.

Fabio Celoni, apprezzatissimo disegnatore Disney, ha dichiarato in merito al rapporto tra digitale e cartaceo:

Il cartaceo non scomparirà, ma diventerà un fenomeno di nicchia. Il suo costo è destinato a lievitare e questo fatto contribuirà a trasformare il fumetto tradizionale in un prodotto d’élite“.

Luca Molinaro, noto su YouTube con il nick Mangaka96, ha invece sottolineato l’importanza di un digitale che rimanga sempre aggiornato, creando prodotti sempre più funzionali:

Ora la modernità ci parla esclusivamente di smartphone e tablet, ma tra dieci o quindici anni questi device saranno sostituiti dalla cosiddetta realtà aumentata. In questo contesto, la lettura tradizionale verrà forse messa da parte. Quel che importa però, indipendentemente dai mezzi, è che il pubblico non perda mai la voglia di leggere“.

L’altra faccia di eMooks: la narrativa per l’infanzia

emooks fumetto digitale tata francesca

Insieme alla tavola rotonda, durante l’evento si è tenuto anche un workshop che ha visto protagoniste alcune delle mamme blogger più apprezzate del panorama italiano, impegnate nel creare una favola inedita, musicata in versioen eMooks. Questo è dovuto all’importanza del settore della narrativa per l’infanzia di eMooks. A guidare l’iniziativa c’era Francesca Valla, alias tata Francesca, che ha dichiarato:

È stata una bella esperienza, perché noi mamme blogger abbiamo creato un laboratorio al centro del quale c’era la narrazione. Raccontare le storie ai bambini è importante, perché le favole mettono in scena tutte le emozioni che i bambini possono sperimentare su sé stessi. La storia che ha preso vita durante il workshop contiene un messaggio fondamentale e profondo: l’accettazione di sé, che vuol dire amare i figli per quello che sono.

Quanto alla tecnologia, eMooks ha tante potenzialità per arricchire la fantasia dei più piccoli, anche se il libro tradizionale ha delle peculiarità che rimangono insostituibili“.

In chiusura dell’evento Luca Tom Bilotta, CEO di eMooks, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Siamo felici dell’approdo di eMooks sulle piattaforme Android e, nei prossimi giorni, anche iOS. Siamo fiduciosi del fatto che riscuoterà un grande interesse da parte degli appassionati. Due sono le possibilità di sottoscrizione: quella del download singolo per prodotti che vanno da 1,99 a 4,99 euro e la formula dell’abbonamento con offerta lancio da 4,99 euro al mese, per 12 mesi“.

Per maggiori informazioni sui servizi offerti da eMooks, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker