fbpx
Intrattenimento

Miracleman: le nuove storie sono quasi pronte

Finalmente il fumetto ereditato da Neil Gaiman e Mark Buckingam è alle porte

Miracleman, il fumetto gestito a quattro mani da Neil Gaiman e Mark Buckingam ha finalmente (quasi) concluso la sua Odissea editoriale e sta per tornare tra gli scaffali di tutto il mondo. Ad annunciarlo, proprio Neil Gaiman durante il press tour della serie tv Good Omens.

Miracleman, vent’anni di epopea

Miracleman

Miracleman originariamente non era Miracleman. Nacque nel 1953 da Mick Anglo con il nome di Marvelman. Nel 1982 Alan Moore proseguì le sue avventure con le case editrici Quality ed Eclipse. Ad ereditare la continuazione del suo lavoro, furono proprio Neil Gaiman e Mark Buckingam, ma il loro lavoro venne cancellato di colpo dopo il falllimento della casa editrice Eclipse. Da qui i diritti editoriali di Miracleman s’imbarcarono in una caotica epopea che si concluse nel 2009 quando vennero acquistati dalla Marvel Comics. Sempre sotto l’ala paterna dei due eredi originari, Miracleman potrà a breve essere distribuito.

Infatti è lo stesso Neil Gaiman a confermare il ritorno dell’erore in un intervista da parte del sito Comic Book Resource durante il Press Tour di Good Omens:

‘Miracleman è di nuovo in pista’ conferma l’autore ‘Non vorrei dire troppo, perché è uscito fuori di pista così tante volte per motivi al di là del controllo mio o di Mark Buckingham. C’era un mucchio tale di roba contrattuale che la gente dietro le quinte ha passato davvero anni a sistemare tutto prima che noi potessimo rimetterci mano, e ora è stato tutto sistemato. Credo che Mark Buckingham stia disegnando Miracleman persino ora, mentre sto parlando. Dato che l’ultimo numero di  Miracleman  è uscito nel 1993, per me è un po’ come… “sto parlando troppo presto. Qualcosa di terribile potrebbe succedere”. Ma sembra che sia in pista.’

Siamo tutti (Gaiman e Buckingam compresi) molto ansiosi di vedere la conclusione di quest’avventura, e notevolmente incuriositi dall’opera creata a quattro mani da due artisti che poche volte si sono sbagliati (per non dire mai).

Tags

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker