fbpx
Cultura e Società

#NASAMoonTunes: cercasi playlist per astronauti

Fino al 28 giugno si potranno mandare le proprie canzoni

Una playlist per gli astronauti: questo è quanto sta cercando la Nasa con #NASAMoonTunes. Per celebrare il cinquantesimo anniversario dell’allunaggio e per preparare la nuova missione sul nostro satellite l’agenzia spaziale statunitense ha lanciato su Twitter una chiamata alle idee.

Il viaggio verso il nostro satellite è infatti lungo tre giorni (solo all’andata) e, come ogni viaggio lungo che si rispetti, deve avere una playlist adeguata. Fino al 28 giugno si potranno proporre, utilizzando questo form fornito dall’agenzia, le proprie canzoni preferite.

 

#NASAMoonTunes: quali canzoni si possono proporre?

Ovviamente la ricerca avrà dei limiti. Innanzitutto non si potranno proporre canzoni con testi o titoli espliciti: peraltro, considerato che siamo di fronte a un’agenzia americana, è bene mantenere le scelte sul lato più conservatore dello spettro. In secondo luogo i brani proposti non potranno essere inediti: dovranno essere pubblicati su una piattaforma di streaming autorizzata e non saranno accettati video con testi o video “rubati” e pubblicati su piattaforme quali SoundCloud o Youtube. Le proposte potranno arrivare solo tramite il form o su Twitter usando l’ hashtag #NasaMoonTunes. Se fornita tramite tweet, la proposta dovrà contenere titolo della canzone e artista. Le proposte dovranno pervenire all’agenzia entro il 28 giugno: le canzoni selezionate saranno annunciate in uno show il 13 e 14 Luglio sulla radio ufficiale dell’ Agenzia: Nasa Third Rock.

Poche idee? Nasa ha una lista a tema!

Nel caso abbiate bisogno di ulteriore ispirazione per le vostre proposte la stessa agenzia si è preoccupata di predisporre elenchi e infografiche di canzoni a tema lunare. Sono incluse ovviamente la Sonata al chiaro di luna  di Beethoven, The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, e Moonlight Shadows. Ma molte altre devono ancora essere proposte: tentate, e la vostra canzone preferita potrebbe tenere compagnia a un astronauta in viaggio.

Fonte
Nasa
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker