fbpx
Cultura e SocietàFeaturedIntrattenimento

Qual è l’ordine di Star Trek? Don’t Panic!

Eccovi una guida pratica su come affrontare la visione di TUTTO Star Trek

Vi è mai venuto il desiderio di guardare TUTTO Star Trek? Eh già, ma in quale ordine di visione? Don’t Panic, Orgoglio Nerd è qui per voi! Ma prima, una doverosa premessa storica. Il 3 giugno di cinquant’anni fa andava in onda l’ultima puntata della Serie Classica di Star Trek, quella con Kirk, Spock, McCoy, Scotty, Uhura, Sulu e tutti gli altri. Siamo negli anni Sessanta, e il mito di Star Trek era solo all’inizio: per la NBC produrre una serie di fantascienza era costoso e impegnativo, e le più facili sit-com erano senz’altro più remunerative. Ecco perchè, dopo che una incredibile petizione ante litteram del colto pubblico della serie aveva convinto l’emittente a produrre una terza stagione, al termine di questa fu ufficialmente confermata la cancellazione di Star Trek. Il 9 gennaio del 1969 fu l’ultimo giorno di riprese della Serie Classica, e il 3 giugno di quell’anno andò in onda Turnabout Intruder, l’ultimo episodio. Sembrava tutto finito, invece le continue repliche delle puntate originali continuavano a macinare spettatori, attirandone di nuovi, che iniziavano a raggrupparsi, ad organizzare convention, a mantenere vivo il mito della serie.

Per celebrare quello che sembrava un funerale, ma che poi si è rivelato il terreno fertile grazie a cui è nato un fenomeno culturale che prosegue ancora oggi, e che si è tradotto in decine di film e quasi altrettante serie, vogliamo offrirvi una pratica guida alla visione di tutto Star Trek. Il criterio è quello della cronologia interna dell’universo fittizio di Kirk e soci, quindi si parte dalla serie ambientata prima, Enterprise, per risalire i secoli. Le serie degli anni Novanta, quindi The Next Generation, Voyager e Deep Space Nine, sono in realtà ambientate nello stesso periodo. Sebbene sia possibile, confrontando le date astrali dei singoli episodi, rispettare la cronologia passando da una serie all’altra, episodio dopo episodio, riteniamo che sia più coerente affrontare prima una serie e poi l’altra. Quando arriveremo a quel periodo cercheremo di fornirvi qualche dato più preciso, ma se preferite un approccio più hardcore il fantastico sito All Timelines ha fatto i compiti al posto vostro.

Occhio: possibili spoiler da qui in avanti (ma cercheremo di limitarci!)

Star Trek: Enterprise (2001 – 2005)

ordine star trek

L’ordine di Star Trek parte da qui. Lo scorcio più antico dell’universo Trek ci viene da Enterprise, serie ambientata nella metà del XXII secolo. Siamo in un periodo addirittura precedente alla fondazione della Flotta Stellare, e l’astronave che fa da scenario a tutte e quattro le stagioni, la prima a chiamarsi Enterprise, la NX-01, è della Terra Unita. Questa ambientazione è interessante, sia per il livello tecnologico, assai inferiore a quello a cui siamo abituati (niente scudi deflettori, ad esempio!), sia perchè l’equipaggio non rappresenta una delle maggiori forze politiche della galassia, ma un popolo giovane ed inesperto che esplora un universo realmente, completamente nuovo.

Star Trek: The Original Series, episodio 0x01: The Cage (1988)

The Cage è la puntata pilota della Serie Classica, prodotta prima di qualunque altra, e…trasmessa per ultima. Già, perchè in origine questo pilota fu scartato dalla NBC, e ad essere accettato fu il secondo pilota, Where No Man Has Gone BeforeThe Cage aveva già molti degli elementi della Serie Classica: Spock, l’Enterprise, il teletrasporto, i phaser. Ma molte differenze: non Kirk, ad esempio, ma il Capitano Pike sedeva al comando dell’astronave, e le divise erano assai differenti. Questo episodio fu poi retconnizzato all’interno della timeline canonica di Star Trek, e serve come base per gli episodi 1×11 e 1×12, The Menagerie parti 1 e 2. Cronologicamente, è ambientato 11 anni prima della Serie Classica, nel 2254. Nell’ordine di Star Trek è fondamentale vederlo prima della prossima tappa, ovvero Discovery.

Star Trek: Discovery (2017 – )

ordine star trek

Star Trek: Discovery è la più recente aggiunta all’universo Trek, ma è ambientata anch’essa ben prima della Serie Classica. La prima stagione affronta la guerra della Federazione Unita dei Pianeti contro l’Impero Klingon, che all’epoca è ancora estremamente poco noto, ed arriva fino alla sua conclusione. L’astronave titolare, la USS Discovery, è unica nella flotta perchè dispone di un motore sperimentale, ed è un segreto tenuto ben nascosto dalla flotta. Nella seconda stagione vediamo fare capolino l’Enterprise, con il suo capitano dell’epoca, Pike, e tutto l’equipaggio visto in The Cage. Cronologicamente, è la prima occasione in cui vediamo le celeberrime divise colorate nei tre colori, oro, rosso e blu, che ci accompagneranno per tutta la Serie Classica. La conclusione della seconda stagione, nel 2258, ci fornisce una ottima spiegazione per il motivo per cui nessuno dei personaggi farà mai menzione di nessuno degli eventi visti in questa serie.

Star Trek: The Original Series (1966 – 1969)

ordine star trek

Sembra strano, in una guida sull’ordine di Star Trek, non partire proprio da Star Trek, ciò che ha dato il via a tutto. La Serie Classica è ambientata una decina di anni dopo Discovery, dal 2265 al 2269. La Federazione è una delle forze riconosciute della galassia, la guerra con i Klingon è un ricordo ancora vivido, e i rapporti fra le due fazioni sono sempre in procinto di riscaldarsi di nuovo, ma il ventitreesimo è un secolo relativamente pacifico, e l’Enterprise viene affidata al Capitano Kirk, che subentra a Pike al comando, per una missione quinquennale di pura esplorazione dell’ignoto.

Star Trek: The Animated Series (1973 – 1974)

Con la conclusione della Serie Classica la storia dell’equipaggio di Kirk sembrava dover essere sospesa, quando la NBC decise di produrre due stagioni di una versione animata di Star Trek. Questa serie iniziò e si concluse sotto i migliori auspici: importanti scrittori di fantascienza, che già avevano lavorato alla Serie Classica, scrissero gli episodi, e tutti i personaggi furono doppiati dagli attori originali (a parte Walter Koenig, perchè Chekov venne tagliato per risparmiare proprio sul doppiaggio!). Il risultato fu la serie animata più costosa dell’epoca, ma anche una degna continuazione delle storie iniziate nella Serie Classica. Questi episodi sono ambientati negli ultimi due anni della missione quinquennale, 2269 e 2270.

Star Trek: i primi 6 film (1979 – 1991)

Accorpiamo insieme i primi sei film per il cinema dell’universo di Star Trek, anche se sono molto diversi fra loro. Si passa dalla pura fantascienza speculativa di Star Trek I: The Motion Picture, un po’ il 2001 del franchise, alla fantascienza di azione di Star Trek II: The Wrath of Kahn o Star Trek VI: The Undiscovered Country. Questi film sono legati da una precisa continuity: Kirk, diventato ammiraglio, sta invecchiando dietro una scrivania finchè non trova il modo di tornare al comando della sua Enterprise; affronta un vecchio nemico perdendo il suo migliore amico, disobbedisce agli ordini della Flotta, salva il pianeta…il tutto in una collezione di storie di qualità forse altalenante, ma che portano ad una soddisfacente conclusione dell’epopea della Enterprise di Kirk e compagni, nel 2293.

Star Trek: The Next Generation (1987 – 1994)

ordine star trek

La Next Generation è la prima serie di Star Trek con attori reali ad essere prodotta dopo quella Classica. Per quanto riguarda l’ordine, la serie è ambientata nel Ventiquattresimo Secolo, circa cento anni nel futuro rispetto all’epoca di Kirk, e l’astronave è un’altra, anche se ne condivide il nome: Enterprise, NCC-1701-D. Si tratta di una nave molto più grande, molto più potente, con una tecnologia molto più avanzata. Lo scopo della missione dell’equipaggio agli ordini del Capitano Picard è molto simile a quella di Kirk: esplorazione senza limiti, contatto con nuove specie aliene, diplomazia interstellare. Una differenza notevole è che a bordo della Enterprise-D ci sono intere famiglie, non soltanto personale militare: questa caratteristica di “nave arca” conferisce uno stile molto diverso a molte delle trame che appaiono nella serie (e ci regala il personaggio indimenticabile di Wesley Crusher). The Next Generation è ambientata fra il 2364 e il 2370, ed è la prima occasione per osservare il restyling delle divise: ora il rosso è il colore del comando, mentre l’oro è riservato alla sicurezza e all’ingegneria.

Star Trek: Generations (1994)

Star Trek Generations è il settimo lungometraggio dell’universo Trek, ed è il più difficile da piazzare nell’ordine di Star Trek, perchè la cronologia è un po’…ingarbugliata. Non perchè le date non siano chiare, ma perchè comporta la presenza di due diverse linee temporali, e mette in scena una storia che vede come protagonisti sia il Capitano Picard, sia il Capitano Kirk. Non vogliamo scendere troppo nel dettaglio, qualora non l’aveste visto, ma, viaggi nel tempo a parte, Generations rimane comunque una storia dell’equipaggio della Enterprise-D, quindi lo collochiamo secondo la data di quella linea temporale, il 2371.

Star Trek: Deep Space Nine (1993 – 1999)

Deep Space Nine è unica fra le serie di Star Trek perchè non è ambientata su un’astronave, ma su una stazione spaziale, la Deep Space 9, appunto. Questo permette dinamiche fra i personaggi e sviluppi di trama molto interessanti, e una natura dello show meno episodica, organizzata in archi narrativi di più ampio respiro. Come abbiamo accennato all’inizio, le tre serie degli anni Novanta si sovrappongono. La nostra missione, però, è quella di raccapezzarci nell’ordine di Star Trek, quindi vediamo come fare: Deep Space Nine è ambientata nel periodo 2369 – 2375, quindi è praticamente contemporanea con The Next Generation. Questo è importante, perchè molti personaggi di TNG compaiono in DS9, talvolta come comparse o talvolta, come nel caso di Worf o di O’Brien, per diventare personaggi regolari della serie. Ve l’abbiamo detto all’inizio dell’articolo: il nostro consiglio è di iniziare una serie e concluderla, e poi iniziare la successiva ed unire i puntini una volta fatto. Se volete saltare da una serie all’altra, arrivate almeno agli episodi 6×10 e 6×11 di The Next Generation, Chain of Command, ambientati nel 2369, prima di guardare 1×01 e 1×02 di Deep Space Nine, Emissary, anch’essi ambientati nello stesso anno. Ci raccomandiamo, perchè l’incipit di DS9 è fortemente legato a un evento avvenuto anni prima, che è messo in scena in TGN!

Star Trek: Voyager (1995 – 2001)

Star Trek Voyager, la terza delle serie degli anni Novanta, sceglie di innovare ancora. Non solo l’astronave non si chiama Enterprise (ma, appunto, Voyager), non solo per la prima volta il capitano, Janeway, è una donna, ma l’ambientazione è, per la prima volta, totalmente diversa. Intendiamoci, si tratta sempre della stessa galassia, la Federazione è sempre lei, ma per un incidente la Voyager e il suo equipaggio vengono scaraventati nel Quadrante Delta, una parte della galassia totalmente inesplorata e tanto lontana da casa da rendere impossibile il ritorno con i mezzi tradizionali. Nemmeno i potenti motori a curvatura del Ventiquattresimo Secolo sono sufficienti, e l’equipaggio si imbarca così in un viaggio disperato per cercare il modo di rientrare. Come si colloca questa avventura nell’ordine di Star Trek? Voyager è ambientato fra il 2371 e il 2378, quindi si interseca con la timeline di Deep Space Nine. Per la natura della serie, è senz’altro molto meglio concludere DS9 e poi iniziare Voyager, ma per essere precisi con la cronologia dovreste arrivare almeno fino all’episodio 3×04, Equilibrium, di Deep Space Nine, prima di guardare la 1×01 di Voyager, Caretaker.

Star Trek: First Contact (1996), Insurrection (1998), Nemesis (2002)

I tre film finali dedicati alla “nuova generazione”, ossia all’equipaggio di Picard, sono ambientati rispettivamente nel 2373, nel 2375 e nel 2379. Questo significa che sono a loro volta contemporanei sia di parte di Deep Space Nine, sia di Voyager. Vi consigliamo di guardare i film per ultimi, perchè sono pensati per essere la conclusione e il saluto finale alla Next Generation, anche se, a differenza dei film dedicati alla Serie Classica, questi non fanno parte di una singola trama, ma sono singole storie slegate. Qualora voleste inserirli più precisamente nella timeline, l’ordine di visione di questi film di Star Trek è il seguente: First Contact si colloca fra la 3×23 di Voyager, Distant Origin, e la 5×24 di Deep Space Nine, Empok Nor. Insurrection invece è fra la 7×10 di DS9, It’s Only a Paper Moon, e la 5×10 di VOY, Counterpoint, mentre Nemesis va visto dopo aver concluso l’intera serie di Voyager. Ci sono diversi riferimenti alle serie contemporanee: Worf è al comando della USS Defiant, la nave da battaglia assegnata alla stazione Deep Space Nine, dove il Klingon si è trasferito nel 2372, e quindi non è presente nell’equipaggio dell’Enterprise in First Contact. Allo stesso modo, in un cameo di Nemesis scopriamo qual è stato il destino del capitano Janeway dopo essere tornata dal Quadrante Delta.

La Kelvin Timeline

star trek

Con la visione di Star Trek Nemesis avrete concluso tutta la visione dell’universo principale di Star Trek. Dedichiamo quest’ultimo capoverso alla serie di film iniziata con Star Trek di J.J. Abrams nel 2009. In questo film viene creata una linea temporale alternativa, causata dal viaggio nel tempo di un equipaggio Romulano e dell’ambasciatore Spock dall’anno 2387 (della timeline principale) fino al 2233. Questo è il punto in cui la linea del tempo si sdoppia, e anche i due film usciti in seguito, Star Trek Into Darkness del 2013 e Star Trek Beyond del 2016, sono ambientati fra il 2255 e il 2263 di questa realtà alternativa, chiamata “Kelvin Timeline” dal nome dell’astronave della Federazione che per prima ha incontrato l’anomalia temporale. Naturalmente questa è l’occasione per scardinare le certezze di tutti gli spettatori, spiazzandoli con eventi incredibili (la distruzione di Vulcano, ad esempio) e confortandoli con citazioni e riferimenti. In che ordine guardare Star Trek e i due sequel? Potete decidere tranquillamente, visto che sono ben poco influenti. Vi consigliamo comunque di farne la coda della vostra maratona, perchè gli eventi del 2387 sono, tecnicamente, in continuity con le altre serie, e sono i più lontani nel futuro.

Speriamo che questa guida pratica all’ordine per guardare Star Trek vi sia utile, sia che siate dei nuovi trekkie in erba, sia che siate trekker veterani che si preparano per una nuova maratona di tutto il materiale. I film della Kelvin Timeline pare non debbano continuare, ma Star Trek Discovery è attualmente in corso di svolgimento, quindi chissà, presto forse ci sarà l’occasione di integrare questa guida…nel frattempo, buona visione!

Tags

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker