fbpx
Cultura e SocietàIntrattenimento

Snowpiercer, distribuite al SDDC barrette energetiche a base di insetti

Una promozione da futuro buongustaio

Per promuovere l’adattamento televisivo di Snowpiercer, la TBS, produttrice della serie, ha dato ai partecipanti del San Diego Comic-Con la possibilità di poter gustare delle barrette proteiche a base di farina di grillo attraverso degli appositi distributori automatici.

Snowpiercer, le barrette proteiche che, volenti o nolenti, anticipano il futuro del cibo

Snowpiercer

L’idea delle barrette proteiche non poteva mancare per promuovere la serie. Infatti tali barrette appaiono sia nella graphic novel di Benjmin Legrand e Jean-Marc Rochette (da cui è tratta la storia) che nell’omonimo film di Bong Joon-ho del 2014. E siamo certi che chiunque abbia letto il fumetto o visto il film ricorda bene la scena in cui si vede quando vengono prodotte.

Una campagna promozionale sicuramente impattante, che fa parlare di sé una serie ormai attesissima.

L’intero mondo sta incominciando ad accettare che la prossima rivoluzione gastronomica sarà incentrata sulla carne d’insetto, ma forse la mossa della TBS risulta ancora di forte impatto perché l’accettazione di un cibo del genere vive ancora nell’immaginiamo di un avvenire molto molto lontano; ma che ci piaccia o no, questo avvenire è dietro l’angolo, molto più vicino di quanto si possa credere.

Snowpiercer è ambientato in un prossimo futuro, dove un’ennesima era glaciale ha spazzato via tutta la vita sulla terra. I pochi umani sopravvissuti vivono a bordo di un gigantesco treno che circumnaviga il globo, alimentato da un motore a moto perpetuo. Gli esseri umani che sopravvivono all’interno del treno sono suddivisi in classi sociali ben precise: le classi inferiori vivono in un angusto squallore sulla coda del treno, mentre le classi superiori vivono circondati da una decadenza edonistica nella parte anteriore. Snowpiercer è la storia di una massiccia disuguaglianza tra le classi e, come spesso accade in presenza di tali situazioni, di una rivoluzione che parte dalla coda del treno.

La serie televisiva  tanto attesa verrà distribuita nella primavera del 2020, ma ciononostante è stata già rinnovata per una seconda stagione.

Tags

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker