fbpx
Intrattenimento

Road to Star Wars: 9 armature efficienti ‘da donna’

Con l'imminente Risveglio della Forza  continua il nostro "Road to Star Wars". Il tema caldo è ovviamente l'episodio di Abrams e, ispirati dalla sorridente Gwendoline Christie e il suo Capitano Phasma abbiamo deciso di raccogliere nove fra le armature femminili più efficienti tra pellicole, videogame, fumetti e serial. 
Perché ormai, tra bikini di maglie e tutine dipinte addosso, la credibilità delle protezioni da battaglia femminili è calata a piccolo. 
Quindi niente curve provocanti e pancia in bella vista, qui ci si copre per salvarsi le chiappe! Perchè un armatura non fa l'uomo o la donna, fa il guerriero!
Ma quanto ci si copre? Per scoprirlo nel dettaglio vi rimandiamo a questo nostro altro articolo! 
{Elizabeth} In The Golden Age Elisabetta sa il fatto suo e sa anche l'importanza di non mostrare parti vitali in combattimento, la sua armatura magari sarà più pregiata e ricoperta di fronzoli visto il suo rango, ma ciò non toglie che rimane sempre una armatura efficace, non le si vedono nemmeno le caviglie!
{Joan of Arc} La punzella doveva combattere contro spade e frecce vere, combatteva anche per conto di Dio dice la leggenda, e visti i tempi non aveva molto da guadagnare " a mostrarsi". Figura storica a parte anche il film di Besson, uno dei più famosi sulla vicenda, ci regala una credibilissima e pratica armatura.
{Samus} In particolare nel primo episodio di Metroid l'armatura faceva il proprio dovere, tanto che si doveva aspettare l'easter egg per scoprire che "Samus" faceva parte dell'universo femminile. Certo, "celare" la sessualità non è sintomo di efficacia, tuttavia è sintomo che parti abbastanza importanti da coprire lo sono effettivamente. L'armatura di Samus non sarà adatta a chiunque ma è adatta alla ragazza e alla sua guerra.
{Meg} La ben piazzata figlia di contadini Meg si unisce alla tua cerca in Fire Emblem e non prende la cosa sottogamba. La sua corporatura le dona un fisico resistente, magari non particolarmente veloce, ma solido. E quando non c'è velocità è meglio alzare la difesa: armatura is the way.

{Èowyn} La nipote del re di Rohan, non è un uomo e ci tiene a farlo presente in una delle scene (e passaggi) migliori di tutta la saga. La sua armatura è la tipica protezione utilizzata dai lesti cavalieri di Rohan, essenziale e non troppo pesante visto il loro addestramento specifico con le cavalcature. Proprio perchè questa armatura è concepita per un uomo (ma viene indossata da una donna) è dimostrazione che una protezione non deve "vestire" ma salvarti la vita.
{Lagertha} Quando storia e leggenda si incontrano nascono serial TV di History Channel: la possente eroina vichinga, moglie di Ragnar Lothbrok, fanciulla dello scudo, condottiera e portatrice di spina dorsale dimostra una cosa, anche in una armatura che non ha un corpetto con il seno inciso o che non mostra un perizoma di catena si può essere incredibilmente sensuali. Lo diciamo per tutte le guerriere in ascolto, armatura efficace non significa automaticamente "niente femminilità".
{Giudice Anderson} Collega di Dredd a MegaCity-One si discosta dalle ragazze precedenti, infatti qui parliamo di corazza d'assalto. Notate come Anderson porta l'uniforme da giudice: essenziale, utile, pratica ma soprattutto identica a quella del suo partner. Qui si sta lavorando. 
{Brienne} la Vergine di Tarth dai libri di George Martin rappresentata in maniera encomiabile (anche se è fin troppo carina per come viene descritta nei libri) da Gwendoline Christie nel serial tv. Brienne dimostra che i bulletti devono stare attenti, visto il suo fisico imponente e le sue doti in battaglia non è nemmeno presa in considerazione l'opzione di vestirla con qualcosa che sia anche lontanamente poco pratico.
{Phasma} il Capitano delle armate d'Elitè del Primo Ordine interpretato sempre dalla nostra "Brienne" e fonte di ispirazione per questa classifica, la vedremo mai in volto? Non si sa ancora, dobbiamo aspettare il 16 Dicembre per scoprirlo. Per ora nei trailer non ha fatto che camminare avanti e indietro con fare ieratico e ci è bastato, notate come la sua armatura, placcatura a parte, non lascia nemmeno trasparire la sessualità di chi la indossa, si concentra su fattori ben più importanti, ed è esattamente quello che un'armatura dovrebbe fare.

2 Commenti

  1. Gran bell’articolo! Bella l’idea di parlare di armature femminili funzionali piuttosto che sexy, cosa che nei media viene, per l’appunto, quasi sempre a mancare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker