fbpx
Intrattenimento

Mostrato il design originale di Venusaur per Detective Pikachu

L'artista R.J.Palmer rivela via twitter una versione mostruosa del Pokémon

Venusaur in Detective Pikachu sarebbe dovuto essere molto più spaventoso e meno adorabile di quanto si sarebbe potuto immaginare: a rivelarlo è un tweet dell’artista R.J. Palmer. Il tweet recita testualmente: “Questo era il mio design per Venusaur in Detective Pikachu. Era un periodo in cui ero libero di sperimentare un approccio più naturalistico. Riguardandolo però è molto chiaro che sarebbe stato troppo spaventoso per il tono del film. Penso che il design finale sia meraviglioso!

Un Venusaur molto più lucertola

Innanzitutto i grandi occhi cartooneschi a cui ci siamo abituati non compaiono in questo design, sostituiti da occhi piccoli e chiusi (come talvolta accade alle lucertole quando hanno una preda in bocca). Anche i denti e il palato sono in tutto e per tutto simili a quelli di una lucertola, e l’ iconico fiore sulla schiena di Venusaur (che in una delle due versioni postate somiglia davvero molto a un fungo) non contribuisce a renderne l’immagine più calda. Persino le zampe apparivano un po’ più tozze e le scaglie più viscide: tutti dettagli scartati per il design finale del Pokémon.

Il problema dell’adattamento nei film tratti da giochi.

L’abbiamo visto con Detective Pikachu, ora lo stiamo vedendo con Aladdin e Sonic: riadattare qualcosa di nato in due dimensioni per un tipo di animazione 3D è una sfida. Innanzitutto richiede attenzione e rispetto per l’originale, poi un attento lavoro di rimaneggiamento- che impone, come in questo caso, di lasciare qualcosa indietro. Ad aggiungere difficoltà inoltre è il fattore nostalgia: chi ha passato i migliori pomeriggi della vita a scambiare esserini virtuali tra consoles e a guardare il Team Rocket friggere e roteare verso lo spazio profondo non perdona di certo chi bistratta i beniamini di quelle memorie. Ma a quanto pare la lezione è stata appresa.

Fonte
Nintendo Life
Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker